Home > Imparare il poker

Imparare il poker

Imparare il poker

Bwin VOTO: Per imparare a giocare a questa variante di poker alla perfezione, la prima cosa da fare è quindi sapere bene quando poter giocare e quando invece lasciare, ma non solo, un conto è saperlo, un altro è metterlo in pratica, cosa molto difficile una volta in gioco. Questo perché, una specialità di poker come quello texano non si basa soltanto sulle mani che ti ritroverai a giocare, ma anche e soprattutto su quelle che lascerai, non pensare di poter ottenere un vantaggio da tutte le mani , ricaverai del profitto solo da un numero risicato di queste, ma sarà quello che ti farà fare la differenza.

Non vogliamo in questo pezzo addentrarci sui valori delle Equity da stabilire in base alle varie carte private, assumeremo il fatto che più alto è il valore delle carte di mano, più alte sono le possibilità di vincita , ragionamento banale e quasi scontato, ma solo in teoria, nella pratica ti possiamo assicurare che per molti non lo è affatto.

Quindi la base di partenza sono le Starting Hands , che stanno ad indicare le mani nella fase del Pre Flop , in questa fase del gioco si possono prendere diversi tipi di decisioni, è difficile anche in questo caso dire con certezza quali saranno quelle giuste, come specificato sopra, le sorti di una partita dipendono da troppi fattori, ci limitiamo quindi ad esporre i comportamenti più comuni e dettati dalla logica.

Se ad esempio ti trovi con in mano una coppia alta, dove per alta si intendono coppie di Re, Regine, Jack o Assi, ma lo stesso vale anche per le carte dello stesso seme, ci sono buone prospettive per la tua vittoria finale, la cosa più sensata da fare in tutte queste circostanze sarebbe quella di fare Call o meglio ancora rilanciare subito. E la cosa peggiore è che niente cambia.

Passano i mesi e tu non riesci a vincere davvero. Ogni tanto vinci qualche torneo e ti illudi che la ruota è finalmente girata dalla tua parte, ma tempo una settimana sei tornato nel vortice nero di un nuovo down swing. Soprattutto se sul poker hai riposto tutte le tue speranze per il futuro e non riesci a venirne fuori in nessuna maniera… La cosa peggiore in assoluto quando perdi a poker è che non riesci a vedere con chiarezza il vero motivo per cui questo succede. Questa è la lezione più dura che ho imparato dal poker.

Non sto dicendo che la fortuna non conta nulla per vincere a poker. Non me lo sentirai mai dire. Quali sono i due elementi su cui costruirai la carriera solida come professional poker player che hai sempre sognato? Oggi ho capito che la libertà e il successo come poker player si basano su due pilastri: Il tuo conto in banca Le tue abilità o skills Il tuo conto in banca ti permette di comprare quello che ti serve per ottenere i risultati che desideri: Le tue skill servono per alimentare il tuo conto in banca. In questo il poker è democratico. Al tavolo da poker conta solo quanto sei bravo. Quindi vediamo come puoi migliorare il tuo poker e diventare sempre più forte.

Guida pratica alle 5 risorse per studiare il poker. Gli autori son campioni di tempi passati e parlano di un gioco ormai superato: Il gioco descritto è estremamente vecchio e seguire alla lettera quei principi sarebbe un grosso errore. Infatti la più evidente caratteristica del poker è che si evolve ad una velocità disarmante e che bisogna studiare di continuo per rimanere aggiornati. Il gioco di un anno fa è per certi versi differente da quello di oggi. Figurati quello di 5 anni fa, di 10 anni fa o addirittura di 20 anni fa. Spesso i libri parlano di quei periodi e quindi seguire i loro consigli rischia di rivelarsi dannoso. Gli autori parlano di grossi tornei live, tu giochi piccoli tornei online: Anche gli autori più recenti son spesso dei campioni indiscussi che vincono tantissimi soldi in grossi tornei.

E per lo più questi grossi tornei sono live. Il gioco nei tornei high stakes è profondamente diverso da quello che serve a te per giocare bene, e provare ad imitare quei giocatori in quei tornei è estremamente dannoso. Butti via montagne di soldi. Un libro sul poker è di solito troppo superficiale: In moltissimi libri viene fornita una visione completa del gioco in quasi tutti i suoi aspetti, solo che si fermano al livello di conoscenza base.

Ti dicono che bisogna fare scelte profittevoli e ti danno la formuletta, ma non ti dicono come usarla. Un libro sul poker è immutabile: Ne vengon stampate milioni di copie e per cambiare qualche parte del testo bisognerebbe fare un lavoro enorme e costoso. Questo è un problema in un mondo sempre in mutamento come il poker. Ti forniscono le basi che sono sempre valide: Anche se fossero state scritte da Dante Alighieri nel sarebbero valide.

E per iniziare a studiare e a vincere a qualsiasi tipo di attività bisogna partire dalle basi. Piuttosto che pagare dei coach o spendere tanto tempo a girare nei forum, è meglio prendere un buon libro e studiare le basi del gioco. Vuoi dei titoli? Elky è il più moderno, Sklanskiy per la teoria del poker e il libro di Caramatti per uno sguardo alla realtà italiana. Puoi entrare nella testa di un campione per capire come ragiona per vincere: Tu non puoi fare quello che fanno loro oggi perchè non hai il loro livello di conoscenza del gioco e se ci provi ti farai solo male.

Tu puoi fare quello che hanno fatto loro quando erano al tuo stesso livello di gioco. Risorse gratuite disponibili su internet: Spesso e volentieri ci sono delle perle nascoste in questo tipo di materiale informativo. Sempre, oppure mai. E la strada più veloce per ottenere questo obiettivo si chiama coaching. Perché il coaching è tremendamente efficace per migliorare i tuoi risultati al tavolo da poker? Vediamo perché. Ma queste informazioni sono estrapolate da un contesto che non è il tuo. Cambia il field, cambia la struttura, cambiano gli stili di gioco, ma soprattutto cambi tu. Tu oggi hai raggiunto un livello di gioco. Basso o alto che sia non mi interessa. Quando puoi trarre il massimo beneficio dal coaching?

In pratica potrai smettere solo quando diventerai il numero uno al mondo. Son serio. Non sto scherzando. Il coaching è costoso. Ma guardala da un altro punto di vista. E se ne risolvi due? E se ne risolvi tre? Quanto vale risolvere solo pochi problemi del tuo gioco su base annua? Come fare se non hai un bankroll abbastanza grande? E non te lo dico per venderti delle lezioni e provare a prendere i tuoi soldi. Quindi scegli un coach che ti piace e che ti ispira, pagalo ed inizia a lavorare con lui.

Già, ma come si sceglie un coach valido? Come scegliere un poker coach valido che possa realmente aiutarmi a migliorare il mio gioco? Ti do le mie personali tre regole per scegliere un buon coach: Deve avere esperienza e deve essere una persona che ha ottenuto buoni risultati. Deve essere una persona che ha qualcosa da insegnarti per migliorare il tuo poker. Deve essere efficace nel trasmetterti le informazioni. Come puoi studiare il poker autonomamente? Come puoi procedere? Se ha rilanciato prima del flop, poi ha puntato al flop e al turn e ora al river punta di nuovo, di solito significa che ha una buona mano.

Viceversa, se ha rilanciato prima del flop, ha puntato al flop, ma ha fatto check al turn e al river, di solito avrà una mano debole. Ragionate in maniera critica per capire cosa possa avere il vostro avversario, e agite di conseguenza. Con questo termine si intende la vostra posizione rispetto al bottone del dealer, il quale identifica il giocatore che agisce per ultimo durante la mano. Agire per ultimo è un grosso vantaggio nel poker, perché vi permette di giocare possedendo più informazioni di tutti gli altri.

Quando agite per ultimi sapete se il vostro avversario ha fatto check o ha puntato. Potrete vedere le azioni di tutti prima di decidere cosa fare. Nessuno potrà vedere la carta successiva, o lo showdown, prima che voi facciate qualcosa. Siete in pieno controllo della situazione. Per questo motivo, quando siete in posizione potete giocare un numero maggiore di mani rispetto al normale, perché potrete godere del vantaggio intrinseco fornito dalla posizione stessa. Anche se il poker è un gioco che potete battere nel lungo periodo, in un certo senso è comunque un azzardo. Voi prendete delle decisioni, e poi capitano delle carte scelte dalla casualità.

Potete decidere voi quando investire denaro, ma non potete controllare il mazzo. Potreste prendere le decisioni corrette per tutta la notte, ma comunque uscire in perdita dalla sessione. Caspita, potrebbe succedervi persino per una settimana intera! Viceversa, vi capiterà di vedere qualche idiota giocare ogni singola mano e vincere una fortuna. È la natura del gioco. Analizzate individualmente ogni situazione, e prendete la decisione migliore possibile. Se lo fate ogni volta, nel lungo periodo sarete dei giocatori di poker di successo. E ultimo, ma non ultimo: Il poker è un gioco divertente, quindi non prendetelo troppo sul serio. Dalla nostra prima messa online nel ad oggi ci siamo sicuramente evoluti, ingranditi, riuscendo a diventare il principale punto di riferimento per tutti i giocatori di poker online nel mondo, ma nonostante il nostro successo e tutti questi cambiamenti la nostra missione è rimasta sempre la stessa.

PokerListings - La guida di poker online Contattaci. Gioca a Poker Siti Poker Online. Muovi i primi passi nel poker? Ecco come scegliere i migliori siti di poker online! Giocare a Poker. Tutte le istruzioni per iniziare la tua avventura di giocare a poker. Bonus Poker Senza Deposito. I migliori bonus poker senza deposito, selezionati per voi da un team di esperti.

Poker Online Gratis. Nel poker alla texana invece si gioca con tutte le 52 carte del mazzo , mentre le carte coperte servite dal mazziere a ciascun giocatore sono due. Il punto di ciascun giocatore che dovrà sempre essere composto da cinque carte andrà formato usando la miglior combinazione possibile tra le proprie due carte personali e le cinque carte comunitarie che il mazziere servirà.

Infatti, qui i turni di puntata possono arrivare fino a quattro: Le tipologie più diffuse sono tre: Sempre in senso orario, il mazziere serve le due carte coperte ciascuno, quindi si procede al primo turno di puntate. Quindi ogni giocatore dovrà esprimersi decidendo per il fold, il call o il raise. Qui inizia il terzo turno di puntate, che parte come sempre dal primo giocatore a sinistra del mazziere tra quelli ancora partecipanti alla mano e si ripete lo scenario dei turni precedenti.

Qui inizia il quarto e ultimo turno di puntate, che parte come sempre dal primo giocatore a sinistra del mazziere tra quelli ancora partecipanti alla mano e si ripete lo scenario dei turni precedenti. Nonostante le casistiche possibili siano moltissime, esistono solo due modi per vincere una mano a poker: Nel primo caso è necessario possedere buone carte e quindi avere anche una consistente mano dalla fortuna.

Come si Gioca a Poker: guida completa per imparare a giocare a poker

Carte da Poker: Le Migliori Carte per Giocare a Poker. Scopri le migliori carte da poker ed impara a riconoscere le vere carte professionali per poker sportivo. Non basta una vita per imparare tutti i segreti del poker. Ma di certo bastano dieci minuti per un corso intensivo sulle basi del gioco! Il Texas. Si può quindi tranquillamente affermare che, di imparare a giocare a poker non si finisce mai, un giocatore che vince molto usando uno stile. Il Poker è probabilmente il gioco di carte più famoso al mondo, con le sue mille varianti e con il brivido sempre vivo. A differenza della maggior. Impara a giocare a poker. Apprendi le basi del No Limit Hold'em e comincia la tua avventura su PokerStars con utili suggerimenti e tutorial video offerti dal team . Vuoi migliorare il tuo POKER nei tornei, ma hai le idee confuse su come studiare al meglio il gioco? Leggendo questa lettera potrai attingere a piene mani alla. E sopratutto come imparare a giocare a poker diventando un giocatore vincente. Scopriamo dunque come giocare a poker nelle varianti più conosciute.

Toplists