Home > Lista simboli consecutiva

Lista simboli consecutiva

Lista simboli consecutiva

Altrimenti la sua mente pian piano si sovraccaricherebbe. Competenza culturale specifica: Competenza culturale generica: Come Jean Herbert ha affermato, saggiamente: Questo spiega la necessità di avere un bagaglio culturale e linguistico molto ampio, che permetta di spaziare tra gli argomenti più diversi. Allo stesso modo, non sarà in grado di tradurre se non avrà completamente assorbito il linguaggio tecnico di un determinato ambito.

Competenze comunicative: Traduzione personale 30 J. In questo capitolo si vogliono dare alcune delucidazioni sulla prise de notes,1 spiegando a cosa serve e di cosa è composta, e quindi cercando di capire come produrre delle note le più funzionali possibili. Tuttavia, è possibile fornire delle indicazioni generali". Traduzione personale 3 M. I sette principi di Rozan sono i seguenti: In questo caso, le parole chiave che poi dovrebbero essere riscritte attraverso simboli sono: OCSE, contro, politiche ambientali.

Anzi, nelle civiltà a tradizione orale si ricorreva spesso a dei segni grafici, i noti pittogrammi, per ricordare i canti religiosi o le leggende. Forma di scrittura composta di disegni di oggetti pittogrammi , assunti con valore significativo ora aderente e immediato ora simbolico e astratto. La sua scrittura, in questo caso, sarà velocizzata ulteriormente se il termine verrà abbreviato e non riscritto completamente. Il metodo più semplice sembra, ovviamente, scrivere solamente le iniziali della parola.

Nel caso in cui la memoria a breve termine non lo aiutasse, potrebbe incappare in un errore, e tradurre con i termini prodotto oppure produttivo invece del produzione iniziale. Il rischio che si corre è grandissimo, basti pensare a tutti i nomi composti e ai diversi tipi di derivazione che esistono nella lingua italiana. Come risolvere il problema? Inoltre, non bisogna dimenticare che per i nomi geografici e i nomi delle istituzioni esistono già delle abbreviazioni. È importante che il giovane interprete le conosca bene fin da subito, perché ricorrono molto spesso nei discorsi di genere più vario.

Qui di seguito, si propongono alcuni esempi di abbreviazioni o simboli che possono essere utili per annotare in modo efficace e chiaro alcuni operatori di congiunzione. Con il termini operatori di congiunzione, invece, si intendono le parole grammaticali che fungono da congiunzione. Sostanzialmente, perché entrambe queste regole rientrano nel concetto generale di utilizzo della pagina come spazio bidimensionale.

Il sistema che si utilizza nella presa di note prevede che ci si dimentichi di questa logica e si utilizzi la pagina come spazio bidimensionale. Ci forniscono, infatti, regole fondamentali per una corretta annotazione e allo stesso tempo ci fanno comprendere quali siano gli elementi di base di un appunto facilmente fruibile: Tuttavia, esistono altri aspetti che un interprete deve tenere a mente nel momento in cui si cimenta nella presa di note. Verranno quindi fatte, in questo paragrafo, ulteriori considerazioni e verranno, inoltre, forniti altri suggerimenti per una buona presa di note.

Sebbene il ventaglio di simboli disponibili a un consecutivista sia abbastanza ampio, spesso capita, durante la presa di note, di segnare velocemente una parola o la sua abbreviazione come già accennato nella sezione 3. Quindi, quale delle due lingue è meglio utilizzare per le annotazioni? Tuttavia, questo è un suggerimento e non deve essere motivo di ansia o frustrazione per lo studente che non trova immediatamente il vocabolo tradotto da annotare.

A tal proposito Danica Seleskovitch afferma che: A esempio, alcuni consecutivisti si trovano bene ad annotare parole in lingua inglese, poiché solitamente sono più brevi e immediate. Un consiglio che spesso i professori danno agli studenti è di utilizzare delle parentesi. Ovviamente queste non aiuteranno il traduttore che non sa tradurre una barzelletta, ma potranno se non altro indicargli il momento di inizio e di fine della digressione o della battuta.

Perché succede questo? Per i numeri gli studenti non hanno bisogno di simboli. Quindi per quale motivo gli studenti trovano questo passaggio particolarmente ostico? Alessandrini spiega: While the speaker keeps talking, the interpreter must carry on at least two different activities at the same time: Figures require special treatment on the part of the interpreter. This is due to their extremely low degree of predictability, as well as to their high informative content and univocity of meaning.

Alessandrini, Translating numbers in consecutive interpretation: Traduzione personale 29 M. Ovviamente, gli aspetti principali e più complessi di un processo sono quelli che, durante la fase di apprendimento, provocano la maggior parte degli errori. Il problema non risiede nel quanto o cosa annotare, ma piuttosto nel continuare ad analizzare il testo anche se parte della nostra concentrazione è dedicata alla presa di note. Un altro problema ricorrente è quello della riformulazione. Lo studente prende le note seguendo esattamente il filo del discorso. È possibile che, erroneamente, non faccia largo uso dei simboli, ma piuttosto abbia una certa tendenza alla trascrizione, magari nella lingua di partenza del discorso.

È chiaro che, nel momento della restituzione, lo studente avrà molte difficoltà nel riformulare. Il discorso sarà stato compreso, probabilmente avrà annotato tutte le parole chiave del discorso, ma si esprimerà in maniera poco spontanea, e utilizzando una la lingua di arrivo in modo poco naturale. Il risultato, in questo caso, sono delle note illeggibili dal punto di vista ortografico perché prese troppo di fretta o incomprensibili dal punto di vista semantico perché prese in maniera pressoché casuale. Il giovane interprete quindi dovrà spingere la sua concentrazione al massimo, e continuare ad annotare in modo efficace senza farsi prendere dal panico.

Chiaramente, poi, ognuno di noi, in base alle sue predisposizioni, ha difficoltà diverse da tutti gli altri. Uomo Donna Lavoro Agricoltura Tempo: Si fornisce un esempio chiarificatore. Riprendendo, quindi, alcuni principi fondamentali della linguistica si metteranno a confronto la lingua di annotazione, personale e unica per ogni interprete, e le lingue naturali, soprattutto considerandone la forma scritta. A esempio, il simbolo della giustizia, la bilancia, non potrebbe essere sostituito da qualsiasi altra cosa: Scalise, Le lingue e il linguaggio, Bologna, il Mulino, , p.

Quindi, i significati, che nelle lingue parlate sono legati alle sequenze di suoni, sono in questo caso posti in relazione con una serie di segmenti grafici. La ragione che sta alla base di questa scelta è evidente: Alcuni lessemi, nelle lingue umane, hanno la proprietà di avere più di un significato. Scalise, Le lingue e il linguaggi, cit. Queste due unità sono chiamate morfemi. Libr- è un morfema lessicale ha un significato lessicale, non dipende dal contesto , mentre — i è un morfema grammaticale esprime solo una funzione grammaticale, riceve in parte il significato dal contesto.

Annotare i plurali, sebbene possa sembrare banale, è in realtà molto importante. A esempio, se un medico, durante una conferenza, sta parlando di una nuova ricerca in corso per la creazione di un farmaco che possa curare una malattia disabilitante, sapere se la ricerca è effettuata da uno o più ricercatori fa la differenza. Ovviamente questo tipo di annotazione non corrisponde sempre alla vera realizzazione del plurale.

Verrà, quindi, proposto un ultimo caso di derivati, ancora non trattato, che è quello dei cosiddetti agentivi. Nel capitolo 3. Una volta, quindi, riconosciuti i legami logici e grammaticali di base e individuato il concetto del messaggio, deve cercare di esprimerlo nel modo più conciso possibile. Diverso è il discorso per le lingue che hanno mantenuto un sistema di declinazione del sostantivo, nelle quali quindi è possibile riconoscere i diversi casi. Questi tipi di lingue italiano, inglese, francese, spagnolo solo per citarne alcune ci fanno capire come il significato di una frase non risieda solo nei significati intrinseci delle parole, ma anche nel loro combinarsi.

La sintassi della lingua delle note, quindi, prescinde dalla linearità delle lingue alfabetiche28 che conosciamo. Come già accennato nel capitolo 3. Non per questo, ovviamente, la disposizione dei simboli è casuale. Questo spazio è utilizzato per le mots-charnières,30 come le chiama Herbert, che altro non sono che i link di Rozan. Devono obbligatoriamente essere annotati in quanto ogni frase ha senso solo nel momento in cui è collegata in modo appropriato a quella precedente e a quella che la segue.

A tale scopo sono stati raccolti gli appunti di una classe del primo anno della Scuola Superiore per Mediatori Linguistici Carlo Bo di Milano, la cui combinazione linguistica è inglese-tedesco. Alla classe in questione è stato sottoposto un testo in lingua inglese sul pre-diabete e il diabete. È, in realtà, abbastanza complesso analizzare gli appunti di un altro interprete, in quanto appunto il linguaggio delle note è squisitamente personale.

Tuttavia, è possibile vedere se sono state effettuate scelte particolarmente azzeccate o al contrario se il metodo è ancora da affinare. Qui di seguito viene proposto il testo sottoposto alla classe e due pagine di appunti presi da due studenti che verranno chiamati studente A e studente B. Il testo proposto era il seguente: Good morning everybody, good morning dear students, good morning doctors. Do you know what pre-diabetes is? The vast majority of patients with type 2 diabetes initially had pre-diabetes. Their blood glucose levels were higher than normal, but not high enough to merit a diabetes diagnosis.

The cells in the body are becoming resistant to insulin; usually, the heart and the circulatory system have already been damaged. Diabetes diabetes mellitus is classed as a metabolism disorder. Metabolism refers to the way our bodies use digested food for energy and growth. Most of what we eat is broken down into glucose. Glucose is a form of sugar in the blood - it is the principal source of fuel for our bodies. However, glucose cannot enter our cells without insulin being present - insulin makes it possible for our cells to take in the glucose.

Insulin is a hormone that is produced by the pancreas. After eating, the pancreas automatically releases an adequate quantity of insulin to move the glucose present in our blood into the cells, as soon as glucose enters the cells blood-glucose levels drop. Lo studente segue il cosiddetto metodo tedesco, ovvero utilizza il margine sinistro per annotare i connettori e i rapporti di causa-effetto.

Tale scelta è sicuramente intelligente e completamente in linea con il concetto generale di economia linguistica. Tuttavia, sarebbe stato più logico che la freccia andasse in senso contrario, ovvero dal danno al cuore, poiché è il cuore a essere stato colpito. La seconda parte del testo è la seguente: After eating, the pancreas automatically releases an adequate quantity of insulin to move the glucose present in our blood into the cells, as soon as glucose enters the cells blood- glucose levels drop.

In questo caso gli appunti presi in esame sono quelli dello studente B, che ha annotato: In questo caso, infatti, lo studente ha scelto di annotare la parola without con un with sbarrato, proprio come suggerito da Rozan. Le parole sono spesso segnate interamente, e nemmeno con le abbreviazioni, i simboli sono completamente assenti. Questi due esempi sono la prova concreta che, effettivamente, la presa di note di ciascun interprete è, in sé, un idioletto, ovvero una lingua personale che il consecutivista utilizza per parlare a se stesso. Tra le fasi che compongono la consecutiva la presa di note è la più affascinante e ostica per gli studenti, a cui spesso viene detto che gli appunti non sono altro che uno strumento soggettivo, personale e che si rifà alle esigenze di ognuno.

Tali regole esistono: I giovani interpreti, già abituati allo studio delle lingue, troveranno facile applicare i principi di grammatica e di sintassi anche ai loro appunti. Partendo da questo presupposto, durante la dissertazione si sono voluti evidenziare quelli che da sempre sono le difficoltà maggiori riscontrate dagli studenti, cercando inoltre di fornire alcune soluzioni che possano aiutarli a sviluppare la loro tecnica di presa di note. Arcaini E. Berkley G. Croce B.

De Saussure F. Falbo C. Garzone G. Graffi G. Herbert J. Lederer M. Morra V. Nolan J. Rozan F. Alessandrini M. Bastin G. Bottan L. I connettivi logici Sono di fondamentale importanza per il senso del discorso. Prendiamo la frase: Scomponiamo ora le parti della frase per identificarne i vari connettivi logici: Vedete come il senso della frase è molto cambiato.

Il rischio, durante la presa di appunti, di non segnarsi i connettivi logici o di riportarli male, confondendoli tra loro, è dunque quello in ultima analisi di restituire un discorso dal senso diverso rispetto al discorso originale. Errore madornale. Dovete trovare dei simboli vostri per esprimere i connettivi: Dovete trovare dei segni che siano chiari a voi da memorizzare e da identificare in maniera univoca.

Ricordatevi che siete voi gli unici destinatari di questi appunti e che pertanto questi appunti devono risultare utili e chiari solamente a voi. Generalmente per ogni periodo vengono segnate più parole. Vi consiglio di crearvi un repertorio di simboli per esprimere i concetti più diffusi o le azioni più comuni, vi assicuro che vi farà risparmiare molto tempo.

INTERPRETAZIONE IN MODALITÀ CONSECUTIVA - Mediatori Linguistici Padova

Nell'interpretazione consecutiva, ancora oggi considerata la realizzazione più compiuta, completa e complessa del processo di trasposizione. Obiettivo del corso di interpretazione consecutiva è innanzitutto migliorare la Il docente può suggerire, oltre alla simbologia classica, anche simboli diversi che. 36 Simbologia di base. 42 Segni e simboli nella presa di note. Si è cercato, infatti, di raccontare l'interpretazione consecutiva in tutti i suoi aspetti. Ma allora qual è la relazione tra la consecutiva e i simboli? cosa verterà, per esempio, la conferenza, possedere la lista degli interventi con i. Interpreters in Brussels - canale YouTube con video per esercitazione ( soprattutto per consecutiva o simultanea breve). Discorsi preparati e letti da interpreti. Seconda fase: A) Introduzione alla tecnica dell'interpretazione consecutiva uno stesso simbolo o abbreviazione per tutti i sinonimi o le espressioni che. In questa lista trovate la maggior parte dei simboli che usano gli interpreti traduttori per rendere più veloce il loro lavoro. Categorie lingue.

Toplists